Navigazione veloce
MENU

Progetto Desci: giovani al servizio degli anziani

Progetto Desci: giovani al servizio degli anziani” un primo passo verso il futuro e uno sguardo indietro al passato |

‘Come introdurre i ragazzi al mondo del lavoro?’ Questa è la “domanda da un milione di dollari” che molteplici scuole si sono poste ed hanno sempre cercato di darvi risposta. Dal momento in cui, nel 2015, l’alternanza scuola-lavoro è divenuta obbligo scolastico sono state messe a dura prova non solo le scuole di tutta Italia ma anche le aziende e le varie enti interessate. In una tale situazione questi organismi si sono veduti costretti a collaborare ed a trovare accordi in un tempo relativamente breve.

Il risultato di queste collaborazioni è stato fornito da varie enti di ASL tra le quali forma Scienza, che ha dato avvio al progetto europeo Developing and Evaluating Skills for Creativity and Innovation (DESCI) che ha il compito di interconnettere a livello europeo scuole, enti di ricerca ed imprese allo scopo di creare un percorso formativo importante per lo sviluppo di competenze determinanti nel mondo del lavoro. Gli studenti lavorano a fianco di Tutor competenti che li seguono e li indirizzano durante tutto il percorso formativo, aiutandoli ad ideare e a realizzare prodotti innovativi.

Questo sta avvenendo nell’ Istituto Tecnico Tecnologico Enrico Fermi di Frascati (RM) dove gli studenti di vari indirizzi (elettronica ed informatica) lavorano assieme al fine di creare un prodotto innovativo per gli anziani che ne necessitano. I primi incontri con i Tutor hanno permesso di identificare e raggruppare i principali problemi degli anziani ai quali i ragazzi sono riusciti a trovare soluzioni intelligenti ed innovative per far fronte alle difficoltà che ostacolano la vita quotidiana dei senior, anche attraverso interviste fatte loro. Nel corso di pochi mesi le varie idee hanno preso forma e gli studenti ora si trovano impegnati a svilupparle ed a renderle concrete. I ragazzi hanno anche partecipato ad un evento organizzato dal CNR il 14 novembre 2017 il cui obiettivo era di confrontare i risultati dei vari percorsi di ASL effettuati da diverse scuole permettendo così una visione d’insieme ben delineata.

Alcuni esempi tra i progetti in via di sviluppo sono: un frigo medicinali intelligente, che permette agli anziani di prendere la giusta medicina alla giusta ora; il ‘Save Call’ che avverte automaticamente l’ospedale più vicino nel caso di un malore della persona; il ‘Bracciale Sensoriale’ che vibra nel momento in cui vi sono “suoni casalinghi” (tipo citofono, telefono, campanello…) ed avverte l’anziano nel caso non li abbia uditi.

Insomma l’importanza del progetto DESCI è più che evidente ed il lavoro svolto dai ragazzi sta portando a risultati importanti nel campo dell’innovazione. La risposta alla “domanda da un milione di dollari” data dal progetto DESCI è :”costruiamo un ponte che colleghi i giovani al mondo del lavoro partendo dalle fondamenta: i pensionati.”
Il progetto è inoltre finanziato dal Programma ERASMUS PLUS.

Articolo a cura di: Valerio Abbafati I.T.T. Enrico Fermi Frascati (RM)

Tratto da: “Progetto Desci: giovani al servizio degli anziani” un primo passo verso il futuro e uno sguardo indietro al passato

Non è possibile inserire commenti.